Sintesi della giornata finanziaria: 08 novembre 2013

borsa italia,borsa estero,finanza,macroeconomia,imprese,analisi tecnica,economia,ftsemib,euro stoxx 50,francia,stati uniti,italia,bilancia commerciale,disoccupazione,cinaAzioni Italia

Buzzi Unicem S.p.A. (EUR : 12,93): ha riportato nei primi nome mesi del 2013 ha generato ricavi per 2,078 miliardi di Euro, in flessione del 3,2% rispetto a 2,146 miliardi del 2012. In calo anche l’Ebitda che si attesta a 335,8 milioni (-10%). L’utile netto risulta pari a 40,1 milioni, registrando una flessione del 52,7% rispetto all’anno precedente. Rimane confermata la stima sul margine operativo lordo ricorrente per l’intero 2013, con la previsione di un calo del 5-10% rispetto al 2012. DiaSorin S.p.A. (EUR : 33,86): ha chiuso il 3Q13 con un utile netto di 20 milioni di Euro, in calo del 6,5% rispetto a 21,4 milioni del 3Q12. In leggera flessione anche i ricavi che si attestano 104,2 milioni (-0,2%). Ad incidere negativamente sulla performance della società l’andamento dei mercati valutari, che ha evidenziato un apprezzamento dell’Euro nei confronti di quasi tutte le valute di riferimento del gruppo. Enel S.p.A. (EUR : 3,248): la partecipata Endesa, la più grande società di energia elettrica in Spagna, cederà per 130 milioni di Euro  il 20% detenuto in Endesa Gas T&D ai fondi infrastrutturali Augusta Global e Zaragoza, gestiti da Goldman Sachs. I due fondi tramite l’acquisto del dicembre 2010 erano già proprietari dell’80% della società attiva nel trasporto e nella distribuzione del gas. Finmeccanica S.p.A. (EUR : 5,11): chiude i primi 9 mesi 2013 con una perdita netta di 136 milioni di Euro rispetto all’utile di 141 milioni dell’anno precedente. A pesare, i insoddisfacenti risultati di Ansaldo Breda. Per l’intero 2013 la società prevede un utile netto positivo, anche grazie al closing dell’operazione di cessione di Ansaldo Energia, previsto entro fine 2013. Parmalat S.p.A. (EUR : 2,46): ha registrato nei primi nove mesi del 2013 un utile netto di 159,6 milioni di Euro, +13,6% rispetto a 140,5 milioni dell’anno precedente. In progresso anche il fatturato netto che si attesta a 3,872 miliardi da precedenti 3,690 miliardi (+4,9%). L’Ebitda risulta pari a 279,2 milioni da 292 del 2012 (+4,6%). La società per l’intero 2013 prevede un fatturato netto ed un Ebitda in crescita rispettivamente del 3% e del 5% (a tassi di cambio e perimetro costanti) rispetto all’anno precedente. Rosss S.p.A. (EUR : 1,54): ha riportato nei primi nove mesi del 2013 ricavi per 19,888 milioni di Euro, in crescita del 31,89% rispetto a 15,079 milioni dell’anno precedente. In progresso anche l’Ebitda che si attesta 1,651 milioni da precedenti 0,179 milioni. Torna positivo l’Ebit che raggiunge quota 1,112 milioni da – 0,412 milioni del 2012. Tesmec S.p.A. (EUR : 0,773): ha riportato nei primi nove mesi del 2013 ricavi per 85,1 milioni di Euro da 80,8 dell’anno precedente. In flessione invece l’Ebitda che si attesta a 15,9 milioni dai precedenti 16,3. Sostanzialmente in linea con il dato del 2012 l’utile netto che raggiunge quota 5,1 milioni.

Eyeview – Alenia Aermacchi: la società controllata da Finmeccanica S.p.A., attiva in campo aeronautico ha iniziato presso lo suo stabilimento di Venegono Superiore l’assemblaggio finale del primo dei 30 addestratori avanzati M-346 ordinati dalla Forza Aerea israeliana. I tre componenti principali dell’aereo – denominato Lavi dalla Israeli Air & Space Force – la parte frontale, quella centrale e quella posteriore, che contiene i due motori, sono stati assemblati per formare la struttura primaria della fusoliera in attesa dell’assemblaggio delle ali. Il primo M-346 israeliano uscirà presto dalla linea di assemblaggio finale ed effettuerà i voli di verifica e di accettazione prima della consegna prevista per la metà del 2014. Approfondimento: “Avviato l’assemblaggio del primo Alenia Aermacchi M-346 per la Forza Aerea israeliana”, (documento formato pdf italiano) fonte Alenia Aermacch.

A Milano l’indice di borsa Ftse/Mib termina le contrattazioni in rialzo (+0,52%), con le principali borse europee contrastate. Positivi i titoli del settore bancario ad eccezione di Bper e di Bpm, su cui pesano le dimissioni del Consiglio di Gestione. Bene Buzzi e Parmalat che reagiscono positivamente ai buoni dati trimestrali. Cedono oltre il 6% Telecom Italia e Finmeccanica, su cui pesano i deludenti 9 mesi di Ansaldo Breda ed il taglio sulle stime di redditività. Lo spread Btp/Bund a 10 anni è a 239 bp, con il Btp decennale che rende il 4,15%.

Azioni Estero          

Allianz SE (EUR : 124,25): registra nel 3Q13 un utile netto di 1,4 miliardi di Euro (+6,3% rispetto al 3Q12). Stabile l’utile operativo che si attesta a 2,5 miliardi. Per i primi 9 mesi 2013 l’utile operativo si porta a 7,68 miliardi (+8%). Alzate le stime per l’intero 2013 prevedendo ora un utile operativo di 9,7 miliardi. Compagnie Financiere Richemont SA (CHF : 92,35): ha chiuso il primo semestre fiscale con un utile netto di 1,19 miliardi di Euro, +10% rispetto a 1,08 miliardi dell’anno precedente e lievemente sopra le attese ferme a 1,18 miliardi. I ricavi si attestano invece a 5,32 miliardi a fronte di attese per 5,35. easyJet plc (GBp : 1,225.00): nel mese di Ottobre la compagnia aerea britannica ha venduto 5.530.091 posti, +5,4% sullo stesso mese dello scorso anno. Il Load Factor si è attestato a 89,1% (+0,7 punti percentuali rispetto a ottobre 2012). nell’anno di riferimento, la compagnia ha venduto 61.042.699 posti (+4%), con un Load Factor di 89,4% (+0,8 punti percentuali). Nel mese di ottobre la società ha cancellato 179 voli rispetto ai 27 voli cancellati nel mese di ottobre 2012. L’aumento delle cancellazioni è stato in gran parte determinato dagli scioperi dei controllori del traffico aereo in Francia ed in Italia. International Consolidated Airlines Group SA (EUR : 376.90): la holding anglo-spagnola formata dalla fusione delle compagnie aeree British Airways e Iberia L.A.E. ha chiuso il 3Q13 con un utile netto di 580  milioni di Euro da 219 del 3Q12. In crescita anche i ricavi che si attestano a 5,4 miliardi (+7%). Ad impattare positivamente sulla performance della società la riduzione dei costi conseguente al piano di ristrutturazione. Per l’intero 2013 IAG prevede un utile operativo di circa 740 milioni. NVIDIA Corporation (USD : 15,30): ha riportato nel 3Q13 ricavi per 1,054 miliardi di dollari, -12,5% rispetto all’anno precedente. In flessione anche l’utile netto Non-Gaap che si attesta a 153,8 milioni (-37,3%). L’Eps adjusted risulta pari a 0,26 centesimi, al di sopra delle attese ferme a 0,22. La società sta fronteggiando il calo del mercato dei pc estendendo l’offerta a settori attigui come i display per le auto ed i videogames portatili.

Macro – Bilancia commerciale Francia: a settembre registra un saldo negativo per 5,82 miliardi di Euro, rispetto al deficit di 5,09 miliardi della precedente rilevazione e a fronte di attese per un disavanzo di EUR4,8 miliardi. Approfondimento: “2013 – 2017 Projet De Loi De Finances: Les chiffres clés“, (documento formato pdf francese) fonte Ministère de l’Économie et des Finances.

Macro – Disoccupazione Stati Uniti: ad ottobre il tasso di disoccupazione sale al 7,3% dal precedente 7,2%, confermando le attese. Le non farm payrolls a ottobre hanno registrato un incremento di 204.000 unità, rispetto a +163.000 della precedente rilevazione e al di sopra delle attese ferme a +120.000. Approfondimento: “The Employment Situation – October 2013“, (documento formato pdf inglese) fonte United States Bureau of Labor Statistics.

Macro – Bilancia commerciale Cina: ad ottobre la bilancia commerciale riporta un surplus di 31,1 miliardi di dollari rispetto a 15,2 miliardi di settembre, sopra le attese per 23,9 miliardi grazie alla forte crescita dell’export (+5,6% a fronte di attese a +3,2%) e il progresso inferiore alle attese dell’import (+7,6% a fronte di un consensus per +8,5%). Approfondimento: “Brief Statistics on China’s Import & Export in September 2013“, (documento formato pdf inglese) fonte Ministry of Commerce People’s Republic of China – Mofcom.

L’indice Euro Stoxx 50 chiude la seduta delle piazza borsistiche europee in ribasso dello 0,33% nonostante la piazza di Wall Street positiva in scia ai dati statunitensi sull’occupazione oltre le stime. Contrastati i bancari con SocGen e Santander che registrano la performance peggiore. Positivi gli assicurativi, Enel, Telefonica ed Essilor, che beneficia della possibile acquisizione di Costa. Negativo il comparto Oil&Gas con la sola eccezione di Iberdrola.

Short view – Borsa, Cambi e commodities

FTSE MIB       EUSTOXX 50  CAC40      IBEX            DAX 30          FTSE 100

18962:0,52     3033:-0,33    4259:-0,52  9736 -0,05     9069:-0,13      6702:0,08

Dow Jones    Nasdaq100   S&P500         Nikke:225     Future Wti    Eur/Usd

15673:0,51    3350:0,85     1760:0,72      14220:1,32     94,4:0,2       1,335:-0,5

Scritto: da LuisB

 

Codice QR dell’articolo: Sintesi della giornata finanziaria: 08 novembre 2013.

QRCode

QR Code Generator / Info, Supporto & FAQ

 

 

Il mondo dell’economia della finanza, economia e lavoro in particolare quello della borsa ti affascina e sei sempre alla ricerca di informazioni o di risposte? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per rispondere alle tue domande.

 

 

Disclaimer

EconomicBlog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

EconomicBlog è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Essa non costituisce attività di consulenza da parte di EconomicBlog, né, tantomeno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari.


Sintesi della giornata finanziaria: 08 novembre 2013ultima modifica: 2013-11-08T18:30:00+00:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento